Rete archivi del presente

La Rete archivi del presente nasce dall’iniziativa di alcuni archivi bolognesi, interessati a uscire dalla atomicità del loro operare e avviare tra studiosi, archivisti e “militanti” della memoria dei diversi Istituti archivistici nuove forme di collaborazione.

Una Rete che sorge in via informale aggregandosi attorno a singoli progetti nella convinzione della necessità di rendere i patrimoni culturali accessibili attraverso eventi culturali, mostre, dibattiti.

LEGGI IL MANIFESTO

L’iniziativa, coordinata dalla Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Emilia-Romagna, associa ad oggi i seguenti Istituti:

Archivio di Stato di Bologna

Archivio storico della Regione Emilia-Romagna

Archivio storico del Comune di Bologna

Archivio storico della Città metropolitana di Bologna

Museo civico del Risorgimento di Bologna

Archivio storico “Paolo Pedrelli” della Camera del Lavoro Metropolitana di Bologna

Archivio storico CISL area metropolitana bolognese “Rino Bergamaschi”

Archivio storico della nuova sinistra “Marco Pezzi”

Fondazione Gramsci Emilia-Romagna

Archivio storico Unione Fotografi Organizzati

Archivio Unione Donne in Italia (UDI) sede di Bologna

Archivio di storia delle donne di Bologna

Istituzione Gian Franco Minguzzi

A.N.A.I. – Associazione Nazionale Archivistica italiana – Sezione Emilia-Romagna

Centro di documentazione Flavia Madaschi – Cassero LGBTI+ Center

Fondazione Ivano Barberini per lo studio e la divulgazione della storia e civiltà della cooperazione